26 giugno - 29 settembre 2017 Esposizione di libri e bibliografia. Locandina
Don Lorenzo Milani (27 maggio 1923-26 giugno 1967) adottò il motto inglese  “I care”, (mi importa, mi interessa, ho a cuore, in contrapposizione al fascista "Me ne frego"). Scritto su un cartello in un’aula, riassumeva le finalità educative di una scuola, orientata alla presa di coscienza civile e sociale. La prima scuola a tempo pieno in Italia, in due stanze e all’aperto, nella canonica annessa alla piccola chiesa di Barbiana, nel Mugello in Toscana, dove era stato destinato d’autorità dalla Diocesi di Firenze. Qui realizzò una scuola aperta a tutti, partecipata, dove il programma è condiviso e il docente è un professore-amico. Lo stesso tipo di relazione che, con il termine “compagno di lavoro” aveva espresso Giuseppe Lombardo Radice per il professore universitario. Dall’esercizio della scrittura collettiva scaturì il libro “Lettera a una Professoressa”, pubblicato nel 1967 dopo la sua morte.