Biblioteca di area Umanistica

  • Collezioni della Biblioteca di area Umanistica

    La Biblioteca di area Umanistica possiede circa 300.000 monografie e più di 2200 testate di periodici.

    Il corpo principale è costituito dalle collezioni che appartenevano alle precedenti distinte biblioteche della Facoltà di Magistero (Università La Sapienza), divenuta Facoltà di Lettere di Roma Tre nel 1992. Ai volumi acquistati per esigenze di didattica e di ricerca, si sono nel tempo aggiunti quelli dei numerosi Fondi librari di privati o di enti, acquisiti o donati.

    Dal 1° novembre 2018, la Biblioteca si è arricchita del patrimonio della Biblioteca del Centro studi italo-francesi di Roma Tre, che è diventata una sezione dell’Umanistica, la Sezione ‘Biblioteca Guillaume Apollinaire’, consistente in una raccolta significativa di periodici di inizio Novecento, di letteratura, storia e arte francesi, ambiti per i quali sono presenti anche raccolte monografiche aggiornate fino ai giorni nostri.

    Le monografie possedute dalla Biblioteca sono conservate in maggior parte nei magazzini, a scaffale chiuso, e in parte a scaffale aperto, in sale accessibili al pubblico.

    In sede centrale, nella Sala lettura al piano terra sono disponibili a scaffale aperto dizionari, enciclopedie e monografie di supporto allo studio e alla didattica. Nella Sala Joris Coppetti sono accessibili dizionari ed enciclopedie, monografie e collane di argomento altamente specializzato. Il materiale è organizzato per settori disciplinari, riconducibili agli ambiti di ricerca dei settori di filosofia, studi sul mondo antico, storia, geografia, lingue e letterature straniere (francese, inglese, americana, spagnola, cinese).

    Nella Sala lettura della Sezione ‘Biblioteca Guillaume Apollinaire’ sono conservati tra l’altro i preziosi volumi delle Oeuvres complètes de Voltaire e la Correspondance, nell’edizione del 1785 della: Société littéraire typographique.

     

    Elenco dei Fondi di enti

    Fondo British Council: si tratta della raccolta della biblioteca appartenuta all'istituto di cultura inglese e consta di circa 5900 volumi.

    Fondo DWF: in corso di catalogazione, raccoglie i volumi, circa 2.300 monografie, della Biblioteca del Centro Studi DWF.

    Fondo Goethe Institut: si tratta della raccolta della biblioteca appartenuta all'istituto di cultura tedesca e comprende 5800 volumi principalmente di ambito storico-letterario e filosofico.

    Fondo Myriam: raccoglie 2.500 volumi della biblioteca del "Circolo Virgiliano", espressione romana del movimento ermetista fondato da Giuliano Kremmerz. Sono testi di religione, scienze occulte, esoterismo, mistica e astrologia.

    Fondo New Zealand: è un fondo proveniente dall'ambasciata neozelandese composto di 660 testi relativi alla storia, all'arte e alla cultura neozelandesi. I volumi sono conservati a scaffale aperto nella Sala Joris Coppetti.

    Fondo Archivio di Stato: 365 pubblicazioni ufficiali dell’Archivio di Stato, appartenenti a differenti collane editoriali, acquisite dalla Biblioteca in seguito a dismissione dalla biblioteca dell’Ente.

    Donazione USIS: consta di 210 volumi già facenti parte della biblioteca dell’USIS (United States Information Service) di Roma, a carattere culturale e divulgativo.

    Elenco dei Fondi di privati

    Fondo Ignazio Ambrogio: la donazione del linguista Ignazio Ambrogio (a oggi in corso di catalogazione) è costituita da circa 2.000 volumi in lingua russa, che spaziano dalla storia e critica letteraria di ispirazione marxista, alla storia e filosofia dell'immediato dopoguerra, e da rare collezioni di periodici sovietici.

    Fondo Gabriele Baldini: questa importante donazione di circa 2400 volumi, è costituita dai volumi facenti parte della Biblioteca di Gabriele Baldini, secondo marito di Natalia Ginzburg e uno dei più importanti anglisti del '900. È conservato a scaffale aperto nella Sala Joris Coppetti.

    Fondo Franco Bianco: circa 150 volumi di argomento filosofico, donati dal Prof. Francesco Bianco.

    Fondo Vanni Blengino: è la biblioteca personale del Prof. Vanni Blengino, a lungo docente del nostro Ateneo. Consta di 610 opere, molte delle quali pubblicate in Argentina negli anni '60. I volumi sono conservati a scaffale aperto nella Sala Joris Coppetti.

    Fondo Umberto Bosco: Umberto Bosco, storico e letterato, nonché redattore capo dell'Enciclopedia Italiana Treccani, ha arricchito la collezione della Biblioteca con circa 2500 monografie a lui appartenute.

    Fondo Anna Bozzo: un centinaio di pubblicazioni sul Maghreb e l’africa subsahariana, dalle collezioni private di Anna Bozzo ex-docente di Roma Tre.

    Fondo Mario Casella: al filologo e dantista è intitolato un fondo di circa 1300 testi riguardanti la letteratura italiana.

    Fondo Joris Coppetti: nella sala di lettura a lui dedicata, sono esposti quasi 600 libri di biblioteconomia, bibliologia e storia del libro, provenienti dalla collezione privata di Joris Coppetti, appassionato bibliofilo e già direttore della biblioteca Umanistica.

    Fondo Mario Corsini: circa 120 volumi di critica e saggistica su Joyce e la letteratura irlandese, a scaffale aperto in Sala Coppetti.

    Fondo Helene Dalhoff: oltre 500 volumi di letteratura, critica, cultura e costume, prevalentemente in tedesco, donati dalla Prof.ssa Helene Dalhoff.

    Fondo Maurizio Marconi: la donazione consta di circa 300 volumi di storia contemporanea, prevalentemente riguardanti i regimi fascista e nazista e la seconda guerra mondiale, appartenuti al Prof. Maurizio Marconi.

    Fondo Giorgio Melchiori: al noto anglista, allievo di Mario Praz, è intitolato un fondo di circa 1200 monografie. Tale fondo è costituito da un suo personale lascito e da una selezione di opere in suo onore, attinenti alla cultura e alla letteratura irlandesi. Il Fondo è conservato in Sala Coppetti.

    Fondo Stefano Mercanti: quasi 200 libri, perlopiù rare edizioni originali, sull’India e la letteratura inglese di epoca coloniale.

    Fondo Armando Petrucci: piccola ma interessante raccolta di testi di medievistica donata dal prof. Armando Petrucci, già ordinario presso l’Ateneo.

    Fondo Salvatore Rosati: comprende circa 1.200 volumi di critica e letteratura inglese e americana, facenti parte della biblioteca privata di Salvatore Rosati, saggista e critico letterario.

    Fondo Felicina Rota: circa 260 volumi di lingua e letteratura inglese, appartenuti alla Prof.ssa Felicina Rota.

    Fondo Gennaro Sasso: circa 300 pubblicazioni a carattere turistico-geografico (libri, guide e materiale turistico, opuscoli, cartine ed atlanti), in gran parte risalenti ai primi del ‘900 ed appartenute al Prof. Gennaro Sasso - in via di catalogazione.

    Fondo Palmiro Togliatti: i volumi appartenuti a Palmiro Togliatti sono stati acquisiti dall'Ateneo nel 2000 e hanno trovato naturale collocazione presso la Biblioteca Umanistica. Il Fondo, oltre a testimoniare gli interessi specifici dell’uomo politico, rivela la passione del bibliofilo: si conservano infatti preziosi esemplari antichi e opere rare e di pregio. La catalogazione dell’intero fondo è in via di completamento.

    Fondo Valerio Verra: in corso di catalogazione, circa 10.000 volumi della biblioteca privata del filosofo.

    Fondo Elémire Zolla: 110 libri di sociologia, antropologia e altro, pervenuti su interessamento del Prof. Elémire Zolla.